Far dormire di più i bambini può ridurre la quantità di assunzione di cibo e il peso.

I problemi di sovrappeso dei bambini potrebbero essere evitati con un aumento delle ore di sonno.

Diversi studi condotti su bambini e adolescenti hanno documentato che la durata del sonno è associata con il rischio di obesità.

Ora, un recente studio statunitense, condotto su bambini in età scolare, ha riscontrato che con l’aumentare della durata del sonno, i bambini mostrano una diminuzione nell’apporto calorico, livelli inferiori di leptina a digiuno (ormone che regola l’appetito) e una diminuzione di peso.

Per la ricerca sono stati presi in esame 37 bambini, dagli 8 e gli 11 anni di età, il 27% dei quali erano in sovrappeso o obeso. Lo studio è durato 3 settimane. Durante la prima settimana i bambini dormivano la loro abituale quantità di ore, poi casualmente veniva loro aumentato o diminuito il tempo di sonno di 1 ora e mezza per notte per la seconda settimana, alternando il programma nella terza settimana.

I risultati dello studio hanno mostrato che quando si aumentava la durata del sonno dei bambini che in precedenza avevano dormito meno, essi consumavano mediamente 134 Kcal in meno al giorno e mostravano al mattino un livello di leptina inferiore. Il peso, inoltre, si riduceva di 220 g. .

Una scoperta molto interessante e sicuramente da approfondire perché tali modifiche, se mantenute nel tempo, potrebbero aiutare a prevenire l'aumento di peso in eccesso.

Ancora una volta la scienza ci mostra quanto sia importante il sonno per i nostri bambini. Secondo gli esperti, infatti, i bambini dovrebbero dormire almeno 8/9 ore per notte per tutto il periodo dell’infanzia e continuare con una corretta igiene del sonno anche durante l’adolescenza.

 

Lo studio è stato condotto Chantelle Hart del Center for Obesity Research and Education (CORE) presso la Temple University e pubblicato sulla rivista Pediatrics.

I commenti sono chiusi